DPI antincendio boschivo: quali utilizzare soprattutto per le vie respiratorie?

dpi-antincendio-boschivo

Gli operatori che si occupano di incendi boschivi sono esposti a numerosi rischi, proprio per questo devono essere adeguatamente formati e devono avere tutti i dispositivi di protezione individuale previsti per legge.

DPI antincendio boschivo: normativa e scadenza

Le normative sull’uso dei DPI antincendio boschivo sono molteplici perché ogni ente locale tende a stabilire protezioni ulteriori rispetto a quelle previste dalla legge statale a cui non si può comunque derogare. Fatta questa precisazione è bene parlare del D.lgs 626 del 1994, questo elenca i rischi a cui sono sottoposti i lavoratori impegnati a spegnere incendi boschivi. I rischi comprendono ustioni, traumi, ferite, abrasioni, punture, ma soprattutto malori, danni all’apparato respiratorio ed intossicazione dovuta al fumo. La particolarità dei rischi connessi a tale attività richiede che, per poter diventare operatori antincendi boschivi, occorra superare un test attitudinale che tenga in considerazione anche la conformazione fisica. I DPI antincendio boschivo devono essere in grado di evitare che il colore raggiunga il corpo e allo stesso tempo permettere agili movimenti.
La normativa è integrata anche dal Decreto Legislativo 81 del 2008 che stabilisce ulteriori dettagli tra cui i colori delle tute e i loghi che devono essere presenti per far in modo che gli operatori siano sempre riconoscibili.

Elenco DPI utili durante un incendio boschivo

Durante le attività di spegnimento, la normativa sull’uso dei DPI antincendio boschivo, prevede che ogni operatore debba indossare:

  • una tuta ignifuga
  • occhiali protettivi
  • semi-maschera, maschera o casco
  • calzature idonee
  • giaccone

La tuta ignifuga deve essere preferibilmente intera, ma non è vietata quella a due pezzi, l’importante e che sia tale da impedire al calore di raggiungere l’interno, ma permettere il passaggio del calore del corpo umano verso l’esterno. Le scarpe devono proteggere piedi e caviglie, inoltre devono avere la punta rinforzata in modo che non vi sia il rischio di schiacciamento in caso di caduta di pesi.
I DPI antincendio boschivo devono essere marchiati CE ed essere mantenuti in efficienza anche in relazione all’uso che ne viene fatto. Oltre a questi possono essere ricompresi nell’elenco DPI antincendio anche il cinturone porta attrezzi, zaino. Tutti i prodotti devono essere integri e sostituiti in base alla data di scadenza presente su ogni dispositivo. Nel caso in cui non siano in grado di dare sicurezza agli operatori già prima della data di scadenza, gli stessi devono essere sostituiti prima.
Tra i dispositivi di protezione individuale antincendio, particolare importanza ha la maschera per la protezione delle vie respiratorie. È necessario che sia fornita di un particolare filtro che eviti l’inalazione di particelle tossiche che vengono sprigionate durante gli incendi. La maschera dovrà fornire agli operatori aria filtrata in modo continuo senza però avere eccessivo peso o ingombro, visto che in caso di incendio è necessario avere la giusta agilità per muoversi. La normativa prevede anche che il casco sia in grado di proteggere l’operatore da eventuali cadute accidentali di pesi dall’alto.