Quale sarà la nuova normativa per l’imballaggio delle sostanze pericolose?

CLP

Il CLP sancisce le norme di classificazione delle sostanze e delle miscele e prevede la comunicazione dei pericoli tramite specifica etichettatura e particolari requisiti per l’imballaggio

Ridefinizione delle normative sui rischi dei prodotti chimici

Il CLP (Classification, Labelling and Packaging), Regolamento CE n.1272/2008, ridefinisce il sistema legislativo sulle sostanze chimiche in Europa, insieme alle normative del REACH. Quest’ultimo stabilisce un sistema che definisce i rischi che i prodotti chimici possono avere sulla salute delle persone e sull’ambiente. Il CLP sancisce le norme di classificazione delle sostanze e delle miscele, prevede la comunicazione dei pericoli (ai lavoratori ed al consumatore) tramite specifica etichettatura e particolari requisiti per l’imballaggio. 

Una sostanza chimica, prima di essere messa in commercio, deve essere classificata tenendo conto dei pericoli fisici individuati. Per le sostanze pericolose la normativa prevede etichettature standard con pittogrammi quadrati, allineati su un vertice, con bordo rosso, fondo bianco e simbolo nero. Sono inoltre indicate le avvertenze, i consigli di prudenza ed i pericoli.

Caratteristiche imballaggi contenenti sostanze pericolose

Gli imballaggi di sostanze pericolose devono essere solidi e resistenti, impedire che il contenuto fuoriesca e non avere una forma o disegni che possano interessare i bambini. La forma, inoltre, non deve essere simile a prodotti alimentari, medicinali, mangimi o cosmetici, per evitare errori da parte del consumatore.

L’imballaggio di merci pericolose deve essere costituito da materiali che non possono creare combinazioni dannose o pericolose con le sostanze stesse. Gli imballaggi di sostanze o miscele classificate per tossicità acuta, esposizione singola, esposizione ripetuta o corrosione della pelle, devono essere forniti di chiusura di sicurezza per bambini.

Lo stesso vale per gli imballaggi di prodotti che presentano pericolo in caso di aspirazione. Gli imballaggi contenenti sostanze pericolose possono avere anche avvertenze riconoscibili al tatto con disposizioni indipendenti dalla capacità dell’imballaggio stesso. 

Oltre agli imballaggi, con l’entrata in vigore del nuovo regolamento, anche le schede di sicurezza dei prodotti chimici avranno delle variazioni per quanto riguarda diciture e pittogrammi.