Lavoratori del settore petrolchimico: perché conviene usare la maschera protettiva

maschera-protettiva-agenti-chimici

Quando si lavora in un ambito che prevede l’esposizione continuata ad agenti chimici, è molto importante allo scopo di salvaguardare la propria salute tutelarsi attraverso l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale.

In particolare coloro che lavorano nel settore petrolchimico dovrebbero imparare ad utilizzare dispositivi che proteggano le vie respiratorie.

Danni causati dagli agenti petrolchimici

La necessità di proteggersi deriva dal fatto che gli agenti petrolchimici causano serissimi danni all’organismo umano. Infatti, se inalate, queste sostanza tossiche possono provocare lesioni alla cellule e alterazione di alcune funzioni biologiche. Possono causare l’insorgere di tumori, possono alimentare patologie delle vie respiratorie e allergie croniche. Infine, nelle donne in gravidanza, possono causare malformazioni dell’embrione e anche aborti nei casi più gravi.

Maschere protettive contro gli agenti chimici

La normativa vigente prevede l’utilizzo di maschere protettive di diverse tipologie. I dispositivi di protezione individuale concepiti per evitare l’inalazione di gas e altri agenti tossici, si suddividono in filtranti e isolanti.

I dispositivi filtranti sono costituiti essenzialmente da una maschera (mascherine antipolvere, semimaschere, maschere a pieno facciale, caschi) e da un filtro che può essere antipolvere, antigas o combinato per polveri e gas.

Per quel che concerne invece i dispositivi isolanti, essi si suddividono in autonomi e non autonomi. I dispositivi autonomi hanno il respiratore incorporato: per questo motivo sono più indicati per chi ha necessità di libertà di movimento. Quelli non autonomi sono invece in grado di garantire una maggiore autonomia di lavoro.

In settori come il petrolchimico possono esserci anche rischi di esplosione e incendio.  Kasco srl è in grado di fornire diversi tipi di dispositivi di protezione individuali utili nel caso di lavori a contatto con gli agenti chimici. Tra questi è disponibile un respiratore certificato ATEX adatto ad essere impiegato in certe atmosfere infiammabili o potenzialmente esplosive in cui vi è un rischio di esplosione.