Addetti alla sabbiatura: come proteggersi per evitare rischi alla salute

La sabbiatura è un particolare processo mediante il quale avviene la pulitura meccanica di parti metalliche, utilizzando appunto sabbia o a volte ossido di alluminio.

La sabbiatura a secco può essere di tipo convenzionale (o a ciclo aperto) o ad aspirazione (o a ciclo chiuso). La sabbiatura a ciclo chiuso prevede l’inserimento dei pezzi da trattare all’interno di una macchina completamente sigillata, chiamata sabbiatrice. Nel caso invece di sabbiatura convenzionale non si prevede alcun accorgimento per ridurre i pericoli comportanti la produzione di polvere né per il recupero del materiale abrasivo.

Rischi a cui vanno incontro gli addetti alla sabbiatura

Anche se può sembrare un lavoro semplice e ripetitivo sono numerosi i rischi lavorativi ai quali vanno incontro gli addetti alla sabbiatura:

  • ipoacusia o perdita di udito dovuti ad ambiente di lavoro particolarmente rumoroso;
  • malattie respiratorie dovute all’inalazione di polveri sottili;
  • possibili traumi e schiacciamenti dovuti allo spostamento di oggetti pesanti;
  • traumi a carico delle braccia dovuti alle vibrazioni;
  • rischio d’incendio dovuto alla presenza di sostanze combustibili.

Come proteggersi durante il lavoro di sabbiatura

Per evitare tutti i possibili rischi connessi bisogna formare i lavoratori portandoli a conoscenza di tutte le principali norme di sicurezza che andranno applicate durante le fasi di lavorazione. Inoltre è necessario fornire gli appositi DPI necessari alla completa protezione degli addetti, tra i principali troviamo:

  • per il rumore, cuffie e tappi auricolari idonei;
  • per il rischio inalazione, maschere e appositi inalatori per proteggere le prime vie respiratorie;
  • per le vibrazioni, guanti antivibranti;
  • per cadute e traumi e necessario fornire al lavoratore tute, guanti per sabbiatrice e calzature apposite.

Oltre ai classici rischi nominati, gli addetti alla sabbiatura incorrono frequentemente anche in stress dovuto a lavoro ripetitivo o a rischio biologico, dovuto all’utilizzo di particolari sostanze chimiche. In entrambi i casi sarà compito del datore di lavoro seguire e sottoporre periodicamente i lavoratori a visite mediche specialistiche, oltre che a stabilire un numero adeguato di pause durante le ore di lavoro, per tutelare in pieno la salute dei propri dipendenti.

L’azienda Kasco srl, produce diversi tipi di dispositivi di protezione individuali. Il Respiratore K80 T8 , ad esempio, è uno dei dispositivi suggeriti per la sabbiatura. Si tratta di un casco con centralina T8 e filtri per polveri.