Nuova classificazione dei prodotti fitosanitari: cosa cambia dal 26 novembre 2015

classificazione prodotti fitosanitari

Con l’entrata in vigore del PAN, sarà adottata una nuova classificazione dei prodotti fitosanitari che prevede la loro classificazione in base allo specifico uso.

Risale al 22 gennaio 2014 l’adozione del PAN Piano d’Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei fitofarmaci, si tratta di una normativa che adegua il sistema, già esistente in Italia, con le normative europee e in particolare con la direttiva 2009/128/CE che istituisce il quadro d’azione per l’uso sostenibile dei pesticidi.

Il piano ha l’obiettivo di:

  • promuovere l’agricoltura biologica;
  • limitare l’uso di pesticidi;
  • tutelare la salute dei consumatori e proteggere gli utilizzatori;
  • salvaguardare ambiente ed acque tutelando anche la biodiversità spesso messa a repentaglio dall’uso eccessivo di pesticidi.

Prodotti fitosanitari ad uso professionale e non professionale

Alcune norme sono già in vigore mentre altre lo saranno dal 26 novembre del 2015, tra esse la nuova classificazione dei prodotti fitosanitari. Essi saranno distinti in due macro categorie:

  1. prodotti fitosanitari destinati all’uso non professionale;
  2. prodotti fitosanitari destinati ad uso professionale.

Per i primi non sarà necessario avere il patentino per l’acquisto mentre per i secondi lo stesso sarà obbligatorio.

Sono considerati fitosanitari ad uso non professionali (non necessitano di patentino per l’acquisto) quelli diretti alla difesa fitosanitaria di piante edibili (mangiabili) e per le piante ornamentali che però non contengano sostanze ritenute, cancerogene, mutagene, tossiche per lo sviluppo embrionale e per la capacità riproduttiva, o classificate tossiche, molto tossiche, corrosive, sensibilizzanti. I prodotti non destinati all’uso professionale sono classificati come:

  • Irritanti Xi;
  • NC non classificati.

Sulla loro confezione comunque è riportata l’ indicazione di manipolare con prudenza. Nonostante la non pericolosità questi prodotti devono essere venduti solo a maggiorenni e sulla confezione devono essere fornite precise indicazioni sull’uso.

Al fine di tutelare la biodiversità si ritiene non possano essere vendute senza idoneo patentino le sostanze che possono alterare il sistema endocrino, con effetti tossici sul sistema nervoso o immunitario o ancora che possano avere effetti dannosi per le api.

Per quanto riguarda i prodotti fitosanitari ad uso professionale sono classificati in:

  • Molto Tossici T+;
  • Tossici T;
  • Nocivi Xn.

Si tratta di prodotti che devono essere utilizzati con modalità puntuali, usando presidi volti a tutelare la salute di chi li adopera e utilizzando irroratrici sottoposte a controlli periodici sulla loro funzionalità.

Con le nuove norme anche chi esercita attività di consulenza sull’uso dei prodotti fitosanitari dovrà possedere idonea autorizzazione.