Respiratore antipolvere: utile anche contro i rischi per chi lavora la pietra

rischi-lavorazione-pietra

Oltre alla grande fatica necessaria per questo lavoro, non è da sottovalutare l’aspetto della sicurezza: i rischi della lavorazione delle pietre sono numerosi e non si limitano ai soli traumi da caduta e da taglio, come spesso si è portati a pensare, ma riguardano soprattutto quelli relativi alle vie respiratorie.

La lavorazione della pietra: attività rischiosa per le vie respiratorie

Lavorare la pietra è un lavoro tanto affascinante quanto pericoloso. E’ un’attività antica, che tutt’oggi conta numerosi lavoratori nel settore, anche se è ormai diventata una professione di nicchia, la cui tradizione si tramanda solitamente di padre in figlio. E’ un lavoro prettamente artigianale anche se, soprattutto negli ultimi anni, la comparsa delle macchine è indubbiamente snellito gran parte delle fatiche che erano a carico dei lavoratori del settore.
Oltre alla grande fatica necessaria per questo lavoro, non è da sottovalutare l’aspetto della sicurezza: i rischi della lavorazione delle pietre sono numerosi e non si limitano ai soli traumi da caduta e da taglio, come spesso si è portati a pensare, ma riguardano soprattutto quelli relativi alle vie respiratorie.
In cosa consiste la lavorazione della pietra? Nella maggior parte dei casi, gli operai procedono con il taglio a lama della pietra: questo causa la produzione di elevati quantitativi di polvere finissima che si insinua facilmente all’interno delle vie respiratorie degli operatori.

La polvere sottilissima si deposita nel polmoni e nei bronchi e, oltre a causare irritazioni e infiammazioni, è considerata anche una delle cause primarie dell’insorgenza di formazioni tumorali e di malattie, spesso gravi, a carico dell’apparato respiratore.

Gli artigiani della pietra stanno diverse ore a contatto con queste polveri, lo stesso ambiente di lavoro è saturo di polvere in sospensione ed è per questo che, secondo la legge, chi lavora in questo ambito è tenuto a utilizzare i dispositivi di protezione individuale anche per la protezione delle vie respiratorie. Si tratta di una normativa in vigore da qualche anno e fortunatamente l’industria ha recepito immediatamente le disposizioni realizzando prodotti adatti a questi lavori, come i respiratori antipolvere.

Respiratore antipolvere per la lavorazione della pietra

Le caratteristiche di un respiratore antipolvere utilizzabile nelle operazioni di lavorazione della pietra devono essere principalmente la sua praticità, l’isolamento dall’esterno e la leggerezza.
Il compito del respiratore è quello di proteggere adeguatamente il naso e la bocca dell’operaio impiegato nella lavorazione della pietra. Il respiratore è composto da una maschera di plastica dotata di una centralina di filtraggio: questa depura l’aria in immissione, facendo giungere all’operatore esclusivamente aria pulita e scevra da qualsiasi forma di polvere derivante dalla lavorazione. L’aria che, invece, viene prodotta in eccesso e quella espirata dall’operatore viene espulsa attraverso una valvola a mono mandata che evita pertanto la formazione del vapore acqueo e la fastidiosa sensazione di umido che si viene a creare in prodotti meno adeguati dopo un lungo utilizzo.
Il respiratore antipolvere contro i rischi della lavorazione della pietra è completamente libero da fili e da collegamenti esterni, permette pertanto all’operaio la massima libertà di movimento e di autonomia. Il suo funzionamento è a batteria e garantisce un lungo utilizzo prima di terminare la sua carica: grazie a un prodotto come questo, l’artigiano della pietra può svolgere comodamente il suo lavoro senza preoccuparsi delle polveri in sospensione, avendo la certezza di respirare sempre aria pulita e filtrata. L’unica manutenzione necessaria nei respiratori antipolvere riguarda la sostituzione periodica del filtro, in modo tale da garantirsi costantemente la perfetta funzionalità del prodotto e, ovviamente, è necessario effettuare il controllo della carica del pacco batterie per avere sempre a disposizione il prodotto nel pieno delle sue capacità.

L‘azienda Kasco srl fornisce, tra i vari tipi di DPI per le vie respiratorie, anche respiratori antipolvere utili per proteggersi durante la lavorazione della pietra come, ad esempio, il Respiratore Cleanspace2 dal design ergonomico: compatto senza fili, cavi o tubi flessibili da trascinare.