Operazioni di sabbiatura: rischi per la salute e prevenzione

sabbiatura-rischi-salute

Durante le operazioni di sabbiatura, rischi di salute elevati si verificano soprattutto a carico dell’apparato respiratorio, il più delicato ed esposto a questo genere di problemi. Infatti, un operatore impegnato nella fase di sabbiatura respira facilmente le polveri che vengono provocate durante l’abrasione, oltre che la sabbia che viene utilizzata.

Sabbiatura: ecco i rischi per la salute

La sabbiatura è una tecnica utilizzata in ambito industriale e artigianale per erodere lo strato superficiale di vernice o di materiale. E’ un procedimento meccanico che sfrutta l’azione abrasiva della sabbia che viene sparata a forte pressione e che richiede necessariamente la presenza di un operatore per coordinare le operazioni, trattandosi di una fase delicata della lavorazione il cui obiettivo finale è quello di restituire un materiale grezzo, completamente pulito in ogni sua parte, pronto per l’ultimazione della lavorazione.
E’ logico pensare che questo procedimento possa arrecare non pochi danni all’operatore impegnato nelle operazioni, giacché la sabbia che viene utilizzata a queste pressioni è in grado di penetrare facilmente all’interno dell’organismo dove sedimenta e difficilmente viene espulsa.

Durante le operazioni di sabbiatura, rischi di salute elevati si verificano soprattutto a carico dell’apparato respiratorio, il più delicato ed esposto a questo genere di problemi. Infatti, un operatore impegnato nella fase di sabbiatura respira facilmente le polveri che vengono provocate durante l’abrasione, oltre che la sabbia che viene utilizzata. Dal momento che la sabbiatura viene effettuata su metalli, rivestimenti plastici, vernici e quant’altro, va da se che queste micro particelle contengano elementi tossici per il corpo umano, che vengono assorbiti mediante il processo di respirazione. Questi elementi, in un primo tempo, vanno ad infiammare le vie respiratorie, generando anche malattie di diversa entità che, in alcuni casi, diventano croniche e, quindi, non più curabili con la medicina tradizionale, con il passare degli anni, se l’operaio resta esposto troppo a lungo a queste polveri, i micro detriti vanno ad accumularsi all’interno dell’apparato respiratorio, soprattutto su polmoni e bronchi, diventando causa di particolari specie tumorali raramente curabili, che possono portare alla morte. Ovviamente, non tutti quelli che lavorano nei processi di sabbiatura vanno incontro alla certezza dello sviluppo di forme tumorali, soprattutto perché esistono dei dispositivi di protezione individuale che impediscono alle polveri la penetrazione all’interno dell’organismo.

Chiunque operi in questo settore, infatti, per legge è obbligato a indossare una maschera per sabbiatura che protegga l’apparato respiratorio.

Quali maschere usare durante i lavori di sabbiatura

La maschera per sabbiatura è un DPI di protezione totale che protegge completamente l’operatore contro i rischi dell’inalazione delle polveri sottili create in ambiente industriale. Il modello maggiormente consigliato in questo tipo di lavorazioni è un respiratore con casco, che filtra completamente l’aria immessa all’interno del dispositivo per permettere all’operatore di respirare esclusivamente aria pulita scevra da sostanze tossiche. L’aria in eccesso viene espulsa attraverso una valvola a mono mandata che controlla il flusso di aria in uscita e ne impedisce l’ingresso. La centralina di ventilazione è il cuore di questo dispositivo e, solitamente, è alimentata a batterie per garantire la totale indipendenza e facilità d’uso del dispositivi.
Ovviamente, trattandosi di strumenti così importanti per garantire la salute degli operatori, è importante che siano dotati di sistemi che avvisino l’operatore con congruo anticipo se le batterie di alimentazione si stanno esaurendo, in modo tale da procedere alla sostituzione e non inficiare il corretto funzionamento.

L’azienda Kasco fornisce Dispositivi di protezione individuale per le vie respiratorie con tutte le caratteristiche sopra descritte, queste maschere sono adatte per diversi tipi di lavorazione in ambiente industriale e suggerite soprattutto durante le operazioni di sabbiatura.